Conclusa la campagna per la sicurezza e la prevenzione dedicata a chi lavora nei campi


#lanaturanonsiferma


Conclusa la campagna per la sicurezza e la prevenzione dedicata a chi lavora nei campi. 

Grazie ad ASeS per la consegna dei “kit-mascherine”


“Il rischio di venir in contatto con il Covid-19 è tutt’altro che passato, per questo come Cia Grosseto  continueremo a chiedere la massima attenzione ai nostri associati invitandoli a mettere in atto ogni iniziativa possibile per evitare il pericolo”

Sono state le parole del presidente di Cia Grosseto, Claudio Capecchi,  al momento della consegna, ai responsabili di zona,  degli ultimi  “kit-mascherine” messi a disposizione da ASeS-Agricoltori Solidarietà e Sviluppo, per la sicurezza di chi lavora nella filiera agricola toscana.

“Se mai qualcuno avesse avuto dei dubbi, il lockdown – ha commentato Capecchi – ha messo in luce quanto il settore primario sia fondamentale. Siamo stati privati di molte cose, allontanati dagli affetti, separati da ciò che eravamo abituati a fare, tuttavia una cosa non è potuta assolutamente mancare in questo periodo e mi riferisco alla giusta quantità di cibo per le famiglie italiane. Senza nulla togliere alle tantissime manifestazioni di solidarietà e di volontariato che hanno segnato questi mesi, sin da subito è stato chiaro che gli agricoltori avrebbero avuto un ruolo strategico non solo per riempire gli scaffali con generi alimentari ma anche sotto il profilo della sicurezza alimentare. In questo quadro drammatico che tutti abbiamo potuto sperimentare, l’iniziativa voluta e organizzata da Cinzia Pagni, presidente di ASeS, l’associazione no profit di riferimento della Cia Agricoltori Italiani, ha consentito a chi non poteva stare a casa di continuare la propria attività in sicurezza. A lei va il nostro ringraziamento perchè si è  trattato di un riconoscimento alle tante persone che lavorano nel settore primario e che hanno affrontano, e ancora affrontano, tante difficoltà per poter essere al servizio della popolazione.

I kit consegnati ai nostri referenti contengono mascherine FFP2 con certificazione CE, un nota informativa per il corretto uso e lo smaltimento dalle stesse. Fare il possibile per tutelar coloro che con impegno e responsabilità lavorano senza giorni di riposo per garantirci prodotti genuini, che mettono in atto buone pratiche agricole per tutelare il nostro patrimonio ambientale e paesaggistico, è una priorità della Confederazione – ha concluso il presidente –  per questo abbiamo accolto con gratitudine l’impegno di ASeS e ci siamo subito attivati per consegnare il materiale ai beneficiari, invitando tutti a non abbassare la guardia. L’agricoltura non si può fermare e per poter continuare a dare buoni frutti ha bisogno che gli agricoltori siano tutelati e protetti, un impegno questo, che per noi è una vera missione.”

Il progetto, che ha ottenuto il patrocinio della Regione Toscana, si inserisce in una raccolta fondi sviluppata a livello nazionale dal titolo #lanaturanonsiferma e, oltre alla collaborazione di Cia, è stato reso possibile grazie ad un contributo di ENEL e di Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze.



mascherine-2 mascherine-5 mascherine mascherine4 maswcherine-3



AGRITURISMO VERDE : VACANZE DA SOGNO IN ITALIA NELLA MAREMMA TOSCANA


Agriturismo Verde nasce dalla grande passione dei produttori e degli Agriturismi toscani per la loro terra. Proprio loro hanno voluto un luogo in cui raccontare le proposte e i tesori nascosti nella Maremma Toscana con una selezione accurata di strutture ricettive per trascorrere una vacanza sul mare o in campagna, in una terra ricca di storia e immersa nella natura.


Altro valore aggiunto ed elemento primario è la tradizione culinaria che ha origini antichissime, dove gli Agriturismi della Maremma offrono un menù dove le ricette sono riconducibili alla cucina povera toscana, dove semplicità, sobrietà e genuinità sono da sempre le caratteristiche principali.
La gastronomia della Maremma è schietta e rustica, ma anche raffinate ed ha un rispetto assoluto dei sapori naturali, i piatti sono fatti di poche cose essenziali, con sapori appetitosi, dove tradizione, tipicità e cultura contadina ancora oggi sono gli ingredienti fondamentali.
Tutto questo è favorito da un’agricoltura estensiva, localizzata in un ambiente incontaminato, lontano da industrie, dove salubrità e qualità sono gli elementi fondamentali, con una grande scelta per l’ospite e innumerevoli opportunità per il visitatore.


Visitare la Maremma vuol dire anche scoprire le ricchezze storiche e naturalistiche dove i luoghi fanno da “cornice” alle splendide strutture presenti nel nostro portale di Agriturismo in Maremma Toscana. (www.agriturismoverde.com)
Il portale nasce dal lavoro di Faber Media con la Confederazione Italiana Agricoltori di Grosseto, con l’obiettivo di permettere di trovare facilmente tantissime offerte e informazioni sugli Agriturismi in un unico paesaggio virtuale.


Il tempo ha permesso al portale di adattarsi sempre meglio alle esigenze dei suoi visitatori e di ampliare i servizi proposti:

  • last minute e offerte speciali per delle splendide vacanze
  • Attenzione a ciascuno dei vostri interessi: sport, arte, cultura, storia, paesaggi, mare, bicicletta, equitazione, golf, relax e benessere alle terme, vino e specialità gastronomiche
  • Permettere attraverso il portale, facilmente consultabile, di richiedere la disponibilità a più di un agriturismo contemporaneamente e di ricercare strutture a seconda della città o dei servizi più desiderati (ristorante, degustazioni, piscina, equitazione, terme, ecc…).
  • Curando con grande passione un blog, ricco di idee di viaggio in Toscana, di eventi e notizie del territorio e una newsletter, potente mezzo di comunicazione ed interazione
  • Informazioni si i più interessanti eventi culturali, sportivi, culinari e folkloristici della Maremma Toscana.
  • Ricco catalogo di foto e video, per farvi pregustare le atmosfere, i paesaggi, i piatti tipici
  • Informazioni in 4 lingue: italiano, inglese, tedesco e francese.

Visitare il nostro portale è anche poter scegliere una vacanza italiana, ricca di gusto e benessere, il nostro obiettivo è offrire servizi e prodotti di qualità e possiamo contribuire tutti assieme a valorizzare il territorio e la sua ruralità.


Inizia la tua visita da qui: www.agriturismoverde.com



I NUMERI “CONTANO” !!


flyer-agriverde-unico-2020_def_web_pagina_1


flyer-agriverde-unico-2020_def_web_pagina_2



Scarica la presentazione in PDF —>> 


 

COVID-19, PAN: ulteriore proroga certificati di abilitazione


Il testo del comma 2, dell’articolo 103 del DL 17 marzo 2020, n. 18 (c.d. cura italia), che prorogava al 30 giugno 2020 la validità di tutti i certificati, attestati, permessi, concessioni, autorizzazioni e atti abilitativi comunque denominati, (quindi anche i certificati di abilitazione PAN – “Patentino Fitofarmaci”),  è stato modificato dalla Legge 24 aprile 2020, n. 27 come di seguito:


“2. Tutti i certificati, attestati, permessi, concessioni, autorizzazioni e atti abilitativi comunque denominati, compresi i termini di inizio e di ultimazione dei lavori di cui all’articolo 15 del testo unico di cui al decreto del Presidente della Repubblica 6 giugno 2001, n. 380, in scadenza tra il 31 gennaio 2020 e il 31 luglio 2020, conservano la loro validità per i novanta giorni successivi alla dichiarazione di cessazione dello stato di emergenza.


La disposizione di cui al periodo precedente si applica anche alle segnalazioni certificate di inizio attività, alle segnalazioni certificate di agibilità, nonché alle autorizzazioni paesaggistiche e alle autorizzazioni ambientali comunque denominate. Il medesimo termine si applica anche al ritiro dei titoli abilitativi edilizi comunque denominati rilasciati fino alla dichiarazione di cessazione dello stato di emergenza.”


Fonte : www.regione.toscana.it



Bonus 600 euro autonomi e partite IVA: come richiederlo


CIA Grosseto – INAC Grosseto – Caf Cia

Gli AutonomiPartite,IVAcollaboratoristagionali del turismolavoratori dello  spettacolo, lavoratori agricoli: tutti coloro che hanno diritto all’indennità di 600 euro prevista dal decreto Cura Italia presentano domanda all’INPS in via telematica. 

La procedura sarà attivata entro la fine di marzo


Scarica l’informativa in PDF –Attivazione_600—–>>>




Rabazzi, Cia Grosseto: «Non solo Coronavirus, a mettere in ginocchio l’agricoltura arriva anche il ghiaccio»


Danni ingenti lungo la costa, dove gran parte dell’ortofrutta è stata bruciata dal freddo, danni anche nelle aree interne


«Non c’è davvero pace per il settore primario – commenta amaramente il direttore di Cia Grosseto Enrico Rabazzi – non sappiamo ancora quanti saranno i danni, che prevediamo ingentissimi, causati dell’epidemia Covid-19,  che oggi dobbiamo registrare l’ennesimo duro colpo al mondo agricolo: temperature che sono scese, durante la notte, sotto lo zero con conseguenze soprattutto sull’ortofrutta ma anche agli altri settori che stiamo attentamente monitorando».

«Da subito, nel rispetto delle precauzioni imposte dalla vigente situazione di sicurezza sanitaria, Cia Grosseto si è resa operativa per sostenere i propri associati e per capire dove e quante sono le colture compromesse – spiega-. Molte attività in queste settimane hanno cessato di lavorare, l’agricoltura però non si può assolutamente fermare. In questi giorni gli agricoltori si sono impegnati ancora di più per garantire scorte alimentari a sufficienza per tutti».


«Seguendo quel senso di responsabilità che li caratterizza, hanno continuato a lavorare per assicurare cibo sano a tutta la popolazione. Lo hanno fatto affrontando le molte difficolta e gli scogli che sono conseguenza di questo delicatissimo momento storico. Oggi questi instancabili lavoratori devono affrontare un’altra emergenza e non possono essere dimenticati e lasciati soli. Alla politica, che finalmente ha compreso il ruolo strategico del settore primario, è dunque chiesto di fare la sua parte e di intervenire con urgenza».


«Come Cia abbiamo sollecitato la garanzia di fondi o di aiuti per chi ha subito danni alle colture. Si tratta di una conseguenza dei cambiamenti climatici che ci aveva fatto vivere una primavera anticipata e fioriture fuori stagione e per questo la perdita in termini economici sarà pesantissima – spiega Rabazzi -. Stamani il panorama era davvero desolante: campi ghiacciati e i danni alle primizie. Ora è il momento di capire davvero quanto questo settore è importante, ci auguriamo che le belle e lusinghiere parole espresse in questi giorni in merito all’agricoltura non rimangano lettera morta. La speranza e l’auspicio è che le nostre aziende trovino nella politica un serio alleato che le supporti».

«In caso contrario – conclude il direttore di Cia Grosseto – se gli agricoltori saranno costretti ad affrontare questo ennesimo colpo da soli, senza retorica siamo certi che potremmo decretare non solo la fine di un intero settore produttivo ma anche di quella sicurezza alimentare che viene chiesta ai nostri imprenditori agricoli e che, a loro volta, garantiscono ad ogni cittadino»


CAMERA DI COMMERCIO DELLA MAREMMA E DEL TIRRENO – COVID 19 : INFO UTILI


è online, sul sito della Camera di commercio, una serie di informazioni di utilità per le associazioni di categoria e per le imprese. La sezione dedicata si chiama 


COVID-19: INDICAZIONI E AGGIORNAMENTI PER LE IMPRESE” e si trova in home page, a questo link:

http://www.lg.camcom.it/pagina2513_coronavirus-emergenza-economica-i-provvedimenti-per-le-imprese.html

In particolare, si evidenzia un settore dedicato ai Quesiti su DPCM 22 marzo 2020, nel quale si fa riferimento all’apposita sezione FAQ messa in linea da Unioncamere, e si invitano le imprese che non hanno trovato risposta ai loro quesiti a scrivere alla casella di posta elettronica che la Camera di commercio ha appositamente creato per questa emergenza:

 faq-ateco@lg.camcom.it

presidiata da alcuni nostri funzionari durante tutta la giornata lavorativa.

Si segnala che per consentire la verifica agevole del codice Ateco dell’impresa, ora la ricerca anagrafica gratuita di registroimprese.it restituisce anche il codice Ateco prevalente, primario e secondario.

E’ in linea anche un questionario che le imprese possono compilare in forma anonima per segnalare criticità, priorità ed esigenze in relazione all’emergenza.

Si comunica infine che la Camera di Commercio collabora con le Prefetture di Grosseto e Livorno, e pubblica anche sul proprio sito le informazioni relative agli adempimenti richiesti alle imprese in base al recente DPCM del 22 marzo 2020.


DPCM 22 MARZO 2020: NOTA ESPLICATIVA


Rispetto alle precedenti disposizioni normative, la principale novità introdotta dal Decreto del Presidente del Consiglio 22 marzo 2020 riguarda la sospensione sul territorio nazionale di alcune attività produttive industriali e commerciali, ad eccezione di quelle indicate nell’Allegato 1 del Decreto.

Al tempo stesso, si ribadiscono alcuni chiarimenti:

dpcm-23-marzo-2020_nota-esplicativa


https://www.cia.grosseto.it/wp-content/uploads/dpcm-23-marzo-2020_nota-esplicativa.pdf