Corso Gratuito per Operatore Edile Specializzato


La Regione Toscana e l’ Agenzia Formativa Scuola Edile Grossetana, codice accreditamento OF0076, in partenariato con Ente Unico Scuola Edile-CPT della Provincia di Livorno e Ente Scuola Edile-CPT Lucca, promuovono il corso di qualifica a frequenza gratuita denominato Ecowalls Operatore edile specializzato approvato con D.D. n. 8454 del 24/05/2018 della durata di 514 ore per N. 10 ALLIEVI che si svolgerà nel periodo Luglio 2019/Aprile 2020 


L’intervento formativo della durata complessiva di 514 ore vuole formare un lavoratore in grado di eseguire la “Posa dei pavimenti e dei rivestimenti”, la “Preparazione di malte e collanti”, l’”Intonacatura delle superfici e altre operazioni di finitura edilizia”, la “Realizzazione di opere murarie e altre lavorazioni connesse”. Attenzione particolare sarà dedicata a impermeabilizzazioni, cappotti, lavorazione pietra faccia vista sempre tenendo in considerazione forme di risparmio energetico, materiali a ‘filiera corta’, collegati ad incentivazioni regionali e nazionali


InformazioniPresso Scuola Edile Grossetana. in via Monte Rosa 196 a Grosseto – tel. 0564/454569 email info@scuolaedilegrossetana.it 

Termine per le iscrizioni 05/07/2019 Il corso è interamente gratuito in quanto finanziato con le risorse del POR FSE Toscana 2014-2020


+ INFORMAZIONI —>>>a3-pubblicita-ecowalls-rev-1


Share This:

Continua a leggere..

Valorizzazione delle aree marginali tramite investimenti nelle aziende zootecniche finalizzati ad una corretta gestione del pascolo, all'utilizzo sostenibile delle risorse e alla conservazione del paesaggio.


Decreto Dirigenziale della Regione Toscana n° 6547 del 23/04/2019
DEFR 2019 Progetto Regionale 6 – 6.III
Valorizzazione delle aree marginali tramite investimenti nelle aziende zootecniche finalizzati ad una corretta gestione del pascolo, all’utilizzo sostenibile delle risorse e alla conservazione del paesaggio.


Beneficiari
Al sostegno possono accedere gli imprenditori agricoli singoli e associati ai sensi dell’articolo 2135 del c.c., titolari di una Unità Tecnica Economica (UTE) collegata a una o più Unità Produttive Zootecniche (UPZ) di almeno 5 Unità Bovini
Adulti (UBA) complessive
date da bovini, bufalini, ovini, caprini, equini, asinini e suini.


Interventi ammessi a sostegno
Il sostegno (contributo a fondo perduto) per costi sostenuti ed accertati per la realizzazione di interventi finalizzati al:
• recupero di pascoli abbandonati o sottocaricati;
• recupero di aree sovraccaricate;
• recupero a pascolo di aree diversamente utilizzate;
• miglioramento qualitativo del cotico erboso e riduzione delle piante infestanti;
• miglioramento della gestione della risorsa idrica per l’abbeveraggio degli animali.


Opere e acquisti ammissibili

Sono ammissibili i seguenti investimenti da realizzare sul pascolo o a servizio dello stesso:
1. la costruzione o ristrutturazione di recinzioni permanenti (tradizionali o elettrificate)
2. la costruzione o ristrutturazione dei ricoveri in legno;
3. l’acquisto di ricoveri mobili temporanei per il pascolo;
4. la realizzazione di punti d’acqua di abbeverata;
5. l’acquisto di recinti mobili elettrificati o meno;
6. l’acquisto di abbeveratoi e mangiatoie;
7. l’acquisto e installazione di generatori di corrente e pompe finalizzate all’esercizio del pascolo (compresa impiantistica di servizio);
8. l’acquisto e l’installazione di impianti di produzione di energia da fonti alternative per il funzionamento di dispositivi connessi con l’utilizzo ed il miglioramento del pascolo derivanti dal consumo in sito dell’energia elettrica;
9. l’acquisto di rimorchi per il trasporto di animali vivi;
10. l’acquisto di macchinari e attrezzature non ricompresi nell’elenco precedente, utili alla gestione del pascolo.


Intensità del sostegno
Il sostegno è pari al 40% del costo totale ammesso e accertato, elevabile:
- del 10% per investimenti realizzati da aziende la cui superficie condotta ricada per almeno il 50% in zone soggette a vincoli naturali o ad altri vincoli specifici ai sensi dell’art. 32 del regolamento (UE) n. 1305/2013;
- del 10% nel caso di investimenti realizzati da giovani agricoltori (secondo la definizione di cui alla lettera n), paragrafo 1, articolo 2 del regolamento (UE) n. 1305/2013) o da agricoltori insediati nei 5 anni precedenti la domanda di aiuto.


MINIMALI E MASSIMALI
Il minimale di contributo ammissibile è pari a 5.000 euro per UTE ed il massimale è pari a 25.000 euro per UTE.
DOTAZIONE FINANZIARIA
Euro 150.000,00

Priorità
Le richieste ammesse a sostegno sono disposte in graduatoria in ordine all’attribuzione di punteggi di priorità.
A parità di punteggio viene prioritariamente finanziato l’intervento con importo minore.
Cantierabilità degli investimenti
E’ richiesta la cantierabilità solo per le opere e gli interventi che sono soggetti a permesso di costruire ai sensi della L.R. n. 65/2014 e/o sono soggetti a Valutazione di Impatto Ambientale (VIA) ai sensi della legge regionale n. 10/2010 e del DM del 30/3/2015 n. 52.
Il requisito è soddisfatto quando il permesso di costruire e/o la VIA sono stati acquisiti entro la data di presentazione della domanda di aiuto.


Presentazione della domanda
A.R.T.E.A (ID 336)
Termini di presentazione
Nel periodo compreso dal giorno successivo alla pubblicazione sul BURT del presente bando fino al 27 settembre 2019.


RICHIESTA DI ACCERTAMENTO FINALE
Entro il 30 luglio 2020


Share This:

Continua a leggere..

CIA INFORMA: PSR FEASR 2014-2020: gli strumenti finanziari (erogazione prestiti a tasso agevolato)


Gli strumenti finanziari sono parte della politica di sviluppo rurale dal 2000 e rappresentano un sistema alternativo ai tradizionali interventi sotto forma di contributi a fondo perduto previsti dal PSR.


Trattasi di un fondo messo a disposizione dal FEI (Fondo Europeo per gli Investimenti), dalla BEI (Banca Europea per gli Investimenti) e una quota messa a disposizione da parte della Regione Toscana, che consentirà ai beneficiari delle operazioni supportate dalla garanzia di ricevere da Intermediari finanziari selezionati
prestiti garantiti al 50% dal FEI, con trasferimento del vantaggio della garanzia a favore dei beneficiari finali
(in altri termini erogazioni di prestiti a minori tassi di interesse e/o minori garanzie collaterali richieste la cui durata può essere massimo 12 anni e non inferiore a 2 anni).


Le sottomisure nell’ambito delle quali il supporto viene fornito attraverso il Fondo di Garanzia sono la 4.1 “Sostegno a investimenti nelle aziende agricole” e la 4.2 “Sostegno a investimenti a favore della trasformazione e commercializzazione” a tal fine sono state proposte ed approvate due specifiche operazioni nell’ambito delle citate sottomisure e precisamente 4.1.6 “Miglioramento della redditività e della competitività delle aziende agricole – strumenti finanziari” e 4.2.2. “Investimenti nella trasformazione, commercializzazione e/o nello sviluppo dei prodotti agricoli – strumenti finanziari”.


Operazione 4.1.6
Il finanziamento del debito fornito nel contesto dell’operazione 4.1.6 deve sostenere investimenti nella produzione agricola al fine di migliorarne le prestazioni e la sostenibilità globale.

I beneficiari finali sono gli imprenditori agricoli professionali (IAP).

Gli investimenti ammissibili sono:

a) Acquisto di macchinari ed attrezzature;
b) Costruzione, acquisizione, ristrutturazione o miglioramento di fabbricati utilizzati per la lavorazione, trasformazione, immagazzinamento e commercializzazione dei Prodotti Agricoli;
c) Miglioramenti nei fabbricati utilizzati per la lavorazione, trasformazione, immagazzinamento e commercializzazione dei Prodotti Agricoli con utilizzo di materiali che ne migliorino l’efficienza energetica;
d) Miglioramento fondiario (es. sistemazioni fondiarie e/o idraulico/agrarie; impianti colture arboree da frutto);
e) Realizzazione e/o rinnovamento di strutture per lo stoccaggio e/o il trattamento dei reflui provenienti dall’attività agricola aziendale, comprese le strutture realizzate con tecnologie volte alla riduzione delle emissioni di CO2 e altri gas a effetto serra;
f) Impianti per il trattamento delle acque di scarico aziendali;
g)Acquisizione di hardware e software finalizzati all’adozione di tecnologie di informazione e comunicazione (TIC);
h) Macchinari e attrezzature finalizzate alla riduzione dell’impatto ambientale dell’agricoltura mediante la conservazione del suolo (agricoltura conservativa e agricoltura di precisione);
i) Adozione di sistemi di difesa attiva volti a proteggere le coltivazioni dagli effetti negativi degli eventi meteorici estremi e dai danni derivanti dagli animali selvatici e dai predatori.


Operazione 4.2.2
Il finanziamento del debito fornito nel contesto dell’operazione 4.2.2 deve sostenere investimenti relativi alla trasformazione, commercializzazione e/o sviluppo dei prodotti agricoli appartenenti all’Allegato I del Trattato Ue. Il prodotto finale del processo (in uscita) può non rientrare nel suddetto Allegato.

I beneficiari finali sono:

1. Micro, piccole, medie imprese e small mid‐caps in base alla Raccomandazione n. 2003/361/CE che operino nel settore della trasformazione e commercializzazione dei prodotti di cui all’Allegato I del Trattato sul Funzionamento dell’Unione Europea, esclusi i prodotti della pesca.

2. Imprese agricole professionali, qualora la materia agricola da trasformare e commercializzare sia di provenienza extra ‐ aziendale.

Gli investimenti ammissibili sono:
a) Acquisto di nuovi macchinari e/o attrezzature;
b) Costruzione/acquisizione, ristrutturazione/ miglioramento di beni immobili per la lavorazione, trasformazione, immagazzinamento e commercializzazione dei prodotti agricoli;
c) Acquisizione di hardware e software finalizzati all’adozione di tecnologie ICT (Iinformation and communication di informazione e comunicazione (TIC).


MAGGIORI INFORMAZIONI
http://www.regione.toscana.it/-/psr-feasr-2014-2020-gli-strumenti-finanziari


Share This:

Continua a leggere..

Grosseto : Villaggio Slow Food dei giochi Paralympici 7-8-9 giugno!


Comunicazione SloW Food Grosseto


Invito a partecipare al Villaggio Slow Food dei giochi Paralympici 7-8-9 giugno!
Evento Unico di importanza Internazionale


Gentili Produttori,
in occasione della manifestazione delle Paralimpiadi che si terrà allo Stadio di Grosseto il 7-8-9 giugno, siete invitati ad aderire al Villaggio Slow Food che prevede l’allestimento degli stand con i prodotti tipici e biologici del territorio. L’evento è internazionale ed aperto gratuitamente al pubblico dove sono previste dall’organizzazione presenze che vanno dalle 500 alle 1000 al giorno. Le gare si terranno ininterrottamente dalle 15 del venerdì , sabato tutto il giorno e la domenica fino alle ore 13 .


E’ un evento unico! Sarà garantita la massima visibilità con articoli, foto, video che verranno pubblicati sui canali social federali e sulle testate sportive; mostre fotografiche itineranti in tutta la città.

Radio 1 sarà presente per tutto il periodo.

Sono attesi 400 atleti con accompagnatori, 300 componenti dello staff di circa 20 paesi, 200 volontari, 100 giudici di gara e 50 componenti del Comitato organizzativo. L’evento sarà trasmesso in diretta streaming mondiale grazie a ParlympicSportive. Potete vedere i dettagli nell’allegato a pag 9.


Slow Food organizzerà un tavolo con la consegna dei ticket di degustazione dei prodotti presenti per gestire al meglio l’affluenza alle bancarelle dei produttori. Possibilità di esposizione per prodotti alimentari e artigianali.

La data è imminente e dovremo chiedere l’adesione entro lunedì 20 maggio p.v.

La priorità sarà data per data di arrivo e per tipologia di prodotto.
Gli stand hanno il tetto , luce, banco e sono chiudibili lateralmente. Acqua in punti specifici. E’ autorizzata la vendita e la somministrazione.


presentazione-villaggio-fispes —>>


presentazione-generale-di-grosseto-con-proposta-commerciale —>>


Share This:

Continua a leggere..

RIAPERTO IL BANDO dei giovani per il Servizio Civile Regionale - entro venerdì 7 giugno 2019


La Regione Toscana ha pubblicato il bando per la presentazione delle domande di selezione da parte dei giovani per il Servizio Civile regionale. Le domande potranno essere presentate online (clicca qui) entro le ore 14,00 di venerdì 7 giugno 2019



Share This:

Continua a leggere..

Sicurezza in agricoltura. Reti di RLS per la promozione della salute


Sicurezza in agricoltura. Un convegno di Cia Toscana e Georgofili il 16 maggio a Firenze
“Sicurezza in agricoltura. Reti di RLS per la promozione della salute” è il titolo del convegno di giovedì 16 maggio 2019 alle ore 14:30, organizzato dalla Cia Toscana e dai Georgofili, in collaborazione con Aidii, con il Dipartimento di Medicina Sperimentale e Clinica dell’Università degli Studi di Firenze e con Vie En.Ro.Se. Ingegneria s.r.l. nell’ambito del progetto “Reti di RLS per la promozione della salute” cofinanziato dalla Direzione Generale di Prevenzione INAIL – Istituto nazionale per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro (il progetto nasce nell’ambito dell’avviso pubblico 2015, in compartecipazione tra Inail e Ats Aidii).
L’iniziativa si svolgerà a Firenze alla sede dell’Accademia (Logge Uffizi Corti).



Share This:

Continua a leggere..

Corso GRATUITO di Qualifica professionale per RESPONSABILE ATTIVITA’ AGRITURISTICA (Edizione Grosseto)


Corso GRATUITO per DISOCCUPATI di Qualifica professionale per
RESPONSABILE DELLA PIANIFICAZIONE E VALORIZZAZIONE
DELL’ATTIVITA’ AGRITURISTICA
(Edizione Grosseto)


Aperte fino al prossimo 11 GIUGNO 2019 le iscrizioni al corso nell’ambito del Progetto  FOR.TE, “Formazione Orientata alla Riorganizzazione del Turismo Ecosostenibile”


Il percorso si pone come obiettivo formativo generale quello di formare personale qualificato in grado di svolgere attività quali:
accoglienza turistica, somministrazione di pasti e bevande, realizzazione di attività didattiche, culturali, tradizionali, ricreative, di pratica sportiva, di escursionismo riferite al mondo rurale. Il percorso in oggetto viene integrato dal percorso di “Formazione obbligatoria per titolare di attività alimentari”

(codice 237058)


Il corso è interamente gratuito in quanto finanziato con le risorse POR FSE 2014-2020 e rientra nell’ambito di Giovanisì, il progetto della Regione Toscana per l’autonomia dei giovani.

Il percorso formativo è GRATUITO - (per Disoccupati)

Il Corso di “Responsabile della pianificazione e valorizzazione dell’attività agrituristica” prevede una durata di n. 500 ore (di cui n. 200 ore di stage, 30 ore di accompagnamento) per n. 12 allievi di cui donne 5 pari al 40


Sede del corso
CIPA-AT GROSSETO – Via Monte Rosa n. 130 – 58100 Grosseto (GR)
Termine di presentazione delle domande:
11 GIUGNO 2019


forte_02


forte_01


Attestazioni : Al termine del corso, previa partecipazione ad almeno il 70% delle ore di attività previste (ed almeno al 50% delle ore di stage), i partecipanti saranno ammessi all’esame per il conseguimento della qualifica.

In caso di superamento delle prove di esame sarà rilasciato un Attestato di Qualifica “Responsabile della pianificazione e valorizzazione dell’attività agrituristica”

Sede del corso: CIPA-AT GROSSETO, Via Monte Rosa 130, 58100 Grosseto (GR),

Termine di presentazione delle domande11 GIUGNO 2019 2018. 

INFO : +39 0564 450662  - a.nerozzi@cia.grosseto.it – s.conti@cia.grosseto.it


Documentazione


bando-grosseto_pagina_1


bando-grosseto_pagina_2




Share This:

Continua a leggere..

Dichiarazione F-GAS


Dichiarazione F-GAS per impianti di refrigerazione, impianti di condizionamento d’aria, pompe di calore, impianti di protezione antincendio


Entro il 31 Maggio di ogni anno gli operatori (i proprietari dell’apparecchiatura o dell’impianto qualora non abbia delegato ad una terza persona l’effettivo controllo sul funzionamento tecnico degli stessi) delle applicazioni fisse di refrigerazione, condizionamento d’aria, pompe di calore e dei sistemi fissi di protezione antincendio contenenti 3 Kg o più di gas floururati devono presentare al Ministero dell’Ambiente una dichiarazione contenente informazioni riguardanti la quantità di emissioni in atmosfera di gas fluorurati relativi all’anno precedente. Per verificare se e quanti Kg di gas floururati contiene un impianto verificare i dati inseriti nel libretto di impianto oppure chiedere informazioni all’installatore di fiducia. Non rientrano in tale normativa tutti gli impianti che sono montati su mezzi in movimento (camion, treni, navi, ecc.). In sostanza deve essere fatta una comunicazione telematica indicando i dati dell’impianto, il quantitativo di gas contenuto ed eventualmente il quantitativo di gas aggiunto. Per informazioni potete rivolgervi all’ufficio tecnico della CIA Grosseto in Via Monterosa 178 Grosseto tel. 0564/464865.


+ INFO : Unicio Tecnico Cia Grosseto – +39 0564 464865

dlgs_05_03_2013_26_sanzioni-–>>

dpr_27_01_2012_43—>>


 

Share This:

Continua a leggere..