Monthly Archives: March 2020

Cia Grosseto: Il Paese chiama e il grande senso civico e la solidarietà dei nostri agricoltori rispondono.


“E’ con orgoglio che prendiamo atto come la sensibilità, che da sempre caratterizza il nostro settore, ancora una volta non ha mancato di farsi sentire. Oltre a lavorare con maggiore impegno per garantire a tutti i beni alimentari necessari per affrontare questa epidemia, molti nostri associati, in questi giorni, si sono resi disponibili per eventuali operazioni di sanificazione delle strade e della città utilizzando i propri mezzi”


Lo affermano Claudio Capecchi e Enrico Rabazzi, rispettivamente presidente e direttore di Cia Grosseto.

“ Come agricoltori conosciamo bene quali sono le difficoltà di vivere nella precarietà – affermano i vertici della Confederazione – per questo non ci sorprendono le tante telefonate arrivate dai nostri associati per collaborare attivamente alle eventuali operazioni di bonifica di strade, parchi, terreni o di  altri luoghi indicati dalle Istituzioni. Partecipare al contenimento della diffusione del virus è una responsabilità di tutti; gli agricoltori stanno facendo il massimo garantendo cibo e sicurezza alimentare, ora però desiderano essere ancora più attivi mettendo a disposizione i loro mezzi e il loro tempo per la sicurezza del territorio, della salute pubblica e per i propri concittadini. Come dirigenti abbiamo preso atto di questa volontà e già inviato una nota alla Prefettura e alle amministrazioni locali . Il nostro territorio  gode di una vasta disponibilità di mezzi agricoli in grado di effettuare questi interventi, attendiamo dunque fiduciosi le risposte.  


Ci auguriamo che questa possibilità, che come Confederazione ci rende orgogliosi, non venga  sprecata. Oggi più che mai – concludono Capecchi e Rabazzi –  la battaglia si vince solo se lavoriamo insieme, una convinzione che da sempre caratterizza il settore primario e che con forza torniamo a ribadire per tornare al più presto alla normalità”


Continua a leggere..

Il VIDEO DI #IoComproItaliano


SCEGLIERE BENE, CONVIENE Prima di acquistare un prodotto agricolo dobbiamo riflettere, tutti abbiamo la libertà di scelta, ma possiamo decidere di valorizzare il nostro territorio e la sua ruralità. Acquistando prodotti agricoli tipici con tracciabilità certa, trasferisci vitalità positiva al settore agricolo e contribuisci ad invertire il processo di crisi.

Il Tuo comportamento può essere determinante per consentire il salvataggio delle imprese e la tutela della biodiversità.

Produrre Qualità per Vivere in Qualità, è questo l’obiettivo degli Agricoltori Italiani, in un contesto dove i Tuoi acquisti possono offrire una valida soluzione per valorizzare l’Economia, i Territori e l’Ambiente


 


5 OTTIMI MOTIVI
 PER ACQUISTARE MADE IN ITALY

  • PER GARANTIRE LA QUALITA’ AI CONSUMATORI ITALIANI
  • PER SOSTENERE LE IMPRESE CHE LAVORANO IN ITALIA
  • 
PER ESSERE CERTI DELLA SALUBRITA’ DELLE PRODUZIONI
  • PER FAR CRESCERE L’ECONOMIA REALE DEL NOSTRO PAESE
  • PER PRESERVARE I POSTI DI LAVORO DEL PAESE ITALIA


brochure_cipa-at_grosseto_2020


Continua a leggere..

Moratoria Straordinaria nel Decreto "CURA ITALIA"


Il Decreto “Cura Italia”, ha previsto misure di sostegno straordinario a favore delle imprese, L’obiettivo di tutte queste misure è sempre uno: evitare l’interruzione dei pagamenti nei confronti dei fornitori. Questo perché altrimenti si produrrebbe un effetto a cascata con enormi conseguenze negative sul sistema economico/ imprenditoriale italiano.


Scarica il Documento Moratoria-straordinaria—–>>>



Continua a leggere..

Bonus 600 euro autonomi e partite IVA: come richiederlo


CIA Grosseto – INAC Grosseto – Caf Cia

Gli AutonomiPartite,IVAcollaboratoristagionali del turismolavoratori dello  spettacolo, lavoratori agricoli: tutti coloro che hanno diritto all’indennità di 600 euro prevista dal decreto Cura Italia presentano domanda all’INPS in via telematica. 

La procedura sarà attivata entro la fine di marzo


Scarica l’informativa in PDF –Attivazione_600—–>>>




Continua a leggere..

Rabazzi, Cia Grosseto: «Non solo Coronavirus, a mettere in ginocchio l’agricoltura arriva anche il ghiaccio»


Danni ingenti lungo la costa, dove gran parte dell’ortofrutta è stata bruciata dal freddo, danni anche nelle aree interne


«Non c’è davvero pace per il settore primario – commenta amaramente il direttore di Cia Grosseto Enrico Rabazzi – non sappiamo ancora quanti saranno i danni, che prevediamo ingentissimi, causati dell’epidemia Covid-19,  che oggi dobbiamo registrare l’ennesimo duro colpo al mondo agricolo: temperature che sono scese, durante la notte, sotto lo zero con conseguenze soprattutto sull’ortofrutta ma anche agli altri settori che stiamo attentamente monitorando».

«Da subito, nel rispetto delle precauzioni imposte dalla vigente situazione di sicurezza sanitaria, Cia Grosseto si è resa operativa per sostenere i propri associati e per capire dove e quante sono le colture compromesse – spiega-. Molte attività in queste settimane hanno cessato di lavorare, l’agricoltura però non si può assolutamente fermare. In questi giorni gli agricoltori si sono impegnati ancora di più per garantire scorte alimentari a sufficienza per tutti».


«Seguendo quel senso di responsabilità che li caratterizza, hanno continuato a lavorare per assicurare cibo sano a tutta la popolazione. Lo hanno fatto affrontando le molte difficolta e gli scogli che sono conseguenza di questo delicatissimo momento storico. Oggi questi instancabili lavoratori devono affrontare un’altra emergenza e non possono essere dimenticati e lasciati soli. Alla politica, che finalmente ha compreso il ruolo strategico del settore primario, è dunque chiesto di fare la sua parte e di intervenire con urgenza».


«Come Cia abbiamo sollecitato la garanzia di fondi o di aiuti per chi ha subito danni alle colture. Si tratta di una conseguenza dei cambiamenti climatici che ci aveva fatto vivere una primavera anticipata e fioriture fuori stagione e per questo la perdita in termini economici sarà pesantissima – spiega Rabazzi -. Stamani il panorama era davvero desolante: campi ghiacciati e i danni alle primizie. Ora è il momento di capire davvero quanto questo settore è importante, ci auguriamo che le belle e lusinghiere parole espresse in questi giorni in merito all’agricoltura non rimangano lettera morta. La speranza e l’auspicio è che le nostre aziende trovino nella politica un serio alleato che le supporti».

«In caso contrario – conclude il direttore di Cia Grosseto – se gli agricoltori saranno costretti ad affrontare questo ennesimo colpo da soli, senza retorica siamo certi che potremmo decretare non solo la fine di un intero settore produttivo ma anche di quella sicurezza alimentare che viene chiesta ai nostri imprenditori agricoli e che, a loro volta, garantiscono ad ogni cittadino»


Continua a leggere..

CAMERA DI COMMERCIO DELLA MAREMMA E DEL TIRRENO - COVID 19 : INFO UTILI


è online, sul sito della Camera di commercio, una serie di informazioni di utilità per le associazioni di categoria e per le imprese. La sezione dedicata si chiama 


COVID-19: INDICAZIONI E AGGIORNAMENTI PER LE IMPRESE” e si trova in home page, a questo link:

http://www.lg.camcom.it/pagina2513_coronavirus-emergenza-economica-i-provvedimenti-per-le-imprese.html

In particolare, si evidenzia un settore dedicato ai Quesiti su DPCM 22 marzo 2020, nel quale si fa riferimento all’apposita sezione FAQ messa in linea da Unioncamere, e si invitano le imprese che non hanno trovato risposta ai loro quesiti a scrivere alla casella di posta elettronica che la Camera di commercio ha appositamente creato per questa emergenza:

 faq-ateco@lg.camcom.it

presidiata da alcuni nostri funzionari durante tutta la giornata lavorativa.

Si segnala che per consentire la verifica agevole del codice Ateco dell’impresa, ora la ricerca anagrafica gratuita di registroimprese.it restituisce anche il codice Ateco prevalente, primario e secondario.

E’ in linea anche un questionario che le imprese possono compilare in forma anonima per segnalare criticità, priorità ed esigenze in relazione all’emergenza.

Si comunica infine che la Camera di Commercio collabora con le Prefetture di Grosseto e Livorno, e pubblica anche sul proprio sito le informazioni relative agli adempimenti richiesti alle imprese in base al recente DPCM del 22 marzo 2020.


Continua a leggere..